Linee Libere è un'associazione culturale fondata dalla regista Irene Di Lelio nel 2015, nella quale il Teatro è inteso come nutrimento del corpo, della mente e dello spirito.

 

Il Teatro è per noi un mezzo per ricercare un punto di contatto, un dialogo reale e necessario con ogni componente del singolo progetto artistico (attore, collaboratore, spettatore).

 

Le attività della compagnia prevedono organizzazione di spettacoli, performances di site specific e workshop teatrali.​

 

Tra gli spettacoli organizzati e prodotti dal 2015 e firmati dalla regista Irene Di Lelio, ci sono:

  • "Le anime pazienti dei cavalieri erranti" scritto e diretto da Irene Di Lelio – progetto finalista alla Biennale College Teatro bando registi under 30, andato in scena presso Teatro delle Tese a Luglio 2019 

  • “La Beatrice” di Irene Di Lelio, nato dalla collaborazione tra l’Ambulatorio di medicina integrata dell’ospedale di Ortona e Linee Libere – una produzione ASL2 Lanciano Chieti Vasto; ISA il tuo benessere al centro; Università degli studi G. D’Annunzio; Linee Libere

  • “Proposta d’artista” da La proposta di matrimonio di Čechov

  • "Cuore di resina" di Sara Calvario

  • "La cantatrice calva" di Ionesco

  • “PAGLIACCI” di Irene Di Lelio, Sara Calvario, Talisa Viola; residenza artistica e debutto al Nordisk Teaterlaboratorium

  • “Peter Pan” da J. Barrie

  • “Raperonzolo e la luna” dai Grimm

  • “DOMINO”, nato dalla collaborazione con Gli Artimanti. Il lavoro è andato in scena in spazi di rilievo come: Teatro Elfo Puccini e il Teatro India. Dalle fasi di studio degli spettacoli è stato creato un seminario tenuto all’Università Sapienza di Roma.

Tra gli spettacoli prodotti da enti esterni, ci sono:

 

  • "Tristrofa" di Elisa Corpolongo e Ilaria Diotallevi – debutto: Biennale College Musica 7 Ottobre 2018 Teatro Piccolo Arsenale, Venezia

  • "El Sueno de Dalì en una noche de Picasso" di Ignacio e Jorge Ferrando – debutto: Biennale College Musica 7 Ottobre 2018 Teatro Piccolo Arsenale, Venezia

  • “Il contrabbasso" di Suskind, produzione Festival Piana Del Cavaliere

 

Workshop organizzati da Linee Libere:

  • Workshop con Irene Di Lelio “Metamorfosi fisiche e morali – studio su Sogno d’una notte di mezz’estate”, Officine Castello Colonna (RM), 2019

  • Workshop con il Maestro Bonavera per lo spettacolo “PAGLIACCI”, 2018

 

Documentari:

  • “La Beatrice – tra racconto e dialogo”, regia, fotografia e montaggio Riccardo Perazza, nato dalla collaborazione tra l’Ambulatorio di medicina integrata dell’ospedale di Ortona e Linee Libere – una produzione ASL2 Lanciano Chieti Vasto; ISA il tuo benessere al centro; Università degli studi G. D’Annunzio; Linee Libere

  • “An evening with Linee Libere”, regia, fotografia e montaggio Riccardo Perazza – una produzione Linee Libere

  • “DOMINO – due spettacoli sul dominio dell’uomo sull’uomo”, regia Matteo Ferrarini – una produzione Linee Libere/Gli Artimanti

INSEGNAMENTI

[...] Ci siamo trovati nel vuoto ed abbiamo dovuto compiere le nostre acrobazie senza rete di protezione. Abbiamo insomma dovuto “riinventare” dentro di noi qualcosa, al di là della cultura e della storia. In questa fatica ci ha sorretto una vena sotterranea che credevamo quasi estinta per sempre: un abbandono italico al ritmo, all’invenzione immediata, al gesto mimico, all’iperbole dell’immagine, insieme a un classico rigore – e sono rifluiti in noi antichi umori che non si erano perduti, attraverso le generazioni teatrali [...] - Giorgio Strehler

Non ho mai creduto in un'unica verità, nè in quella mia nè in quella degli altri; sono convinto che tutte le scuole, tutte le teorie possono essere utili in un dato luogo e in una data epoca; ma ho scoperto che è possibile vivere soltanto se si ha un'ardente e assoluta identificazione con un punto di vista.... Se vogliamo, infatti, che un punto di vista sia di qualche aiuto, bisogna dedicarvisi con tutte le nostre forze, difenderlo fino alla morte. nello stesso tempo, però, una voce interiore sussurra: "Non prenderti troppo sul serio. tieniti forte e lasciati andare con dolcezza." - Peter Brook