IL CONTRABBASSO

di Patrick Süskind

traduzione Giovanna Agabio

 

REGIA

Irene Di Lelio

CON

Claudio Pellerito

E CON

Manuela Ragusa – voce

Andrea Petricca – violino

Ludovica Filomeno – violoncello

SCENE

Diletta Maria Buschi

LUCI

Stefano Di Nallo

ASSISTENZA SPETTACOLO

Olimpia Ferrara

ORGANIZZAZIONE

Linee Libere

PRODUZIONE

Festival Piana del Cavaliere di Pereto 

INSEGNAMENTI

[...] Ci siamo trovati nel vuoto ed abbiamo dovuto compiere le nostre acrobazie senza rete di protezione. Abbiamo insomma dovuto “riinventare” dentro di noi qualcosa, al di là della cultura e della storia. In questa fatica ci ha sorretto una vena sotterranea che credevamo quasi estinta per sempre: un abbandono italico al ritmo, all’invenzione immediata, al gesto mimico, all’iperbole dell’immagine, insieme a un classico rigore – e sono rifluiti in noi antichi umori che non si erano perduti, attraverso le generazioni teatrali [...] - Giorgio Strehler

Non ho mai creduto in un'unica verità, nè in quella mia nè in quella degli altri; sono convinto che tutte le scuole, tutte le teorie possono essere utili in un dato luogo e in una data epoca; ma ho scoperto che è possibile vivere soltanto se si ha un'ardente e assoluta identificazione con un punto di vista.... Se vogliamo, infatti, che un punto di vista sia di qualche aiuto, bisogna dedicarvisi con tutte le nostre forze, difenderlo fino alla morte. nello stesso tempo, però, una voce interiore sussurra: "Non prenderti troppo sul serio. tieniti forte e lasciati andare con dolcezza." - Peter Brook