Letture Virtuali

Tramite un piccola donazione, effettuabile qui → https://www.lineelibere.org/acquista

riceverete il link per assistere alla nostra lettura

Le letture virtuali sono una possibilità di contatto con un senso di socialità tutto da ricostruire, ai tempi del Covid-19.

Per non bloccare il nostro lavoro di compagnia teatrale indipendente, nel periodo della pandemia abbiamo dovuto ragionare su un modo diverso di comunicare con le persone isolate nelle loro abitazioni, capace di fare ciò che il teatro dal vivo riesce a mettere in atto con lo spettatore presente in sala: vivere, emozionare, scuotere, riflettere, reagire fisicamente nello spazio e nel tempo costruito dalla specifica rappresentazione che comprende attore in scena e spettatore seduto accanto o di fronte… lavorare quindi su un grande strumento che gli esseri umani hanno: l’empatia.

Le letture virtuali sono una possibilità per non perdere un contatto con il teatro: grande possibilità di socializzazione, di riflessione e messa in discussione di temi materiali e spirituali.

E’ un’arte che permette agli spettatori di porsi delle domande consce o inconsce in tempo reale che, altrimenti, non si farebbero con la stessa velocità o lucidità.

Il lavoro che abbiamo proposto in questi mesi al pubblico che ci ha seguito è stato su un ciclo di fiabe che provenissero da culture differenti e che riuscissero a mettere insieme lavoro di regia, dell’attore, illustrazione e musicale.

 

calendario

  • "C'era una volta o forse c'è ancora": 11 aprile 2020 ore 19.00​ su ZOOM

  • "C'era una volta o forse c'è ancora": 18 aprile 2020 ore 19.00 su ZOOM

  • "Cenerentola": 25 aprile 2020 ore 19.00 su ZOOM

  • "Il messaggio": 2 maggio 2020 ore 19.00 s ZOOM

  • "Il messaggio": 9 maggio 2020 ore 19.00 su ZOOM

  • "Come il figlio del Raja conquistò la principessa Labam": 16 maggio 2020 ore 19.00 su ZOOM

  • "Il cammino per la felicità - cap.1": 31 maggio 2020 ore 21.00 su YOUTUBE

  • "Il cammino per la felicità - cap.2": 7 giugno 2020 ore 21.00 su YOUTUBE

  • "Il cammino per la felicità - cap.3": 21 giugno 2020 ore 21.00 su YOUTUBE

  • "Il cammino per la felicità - cap.4": 12 luglio 2020 ore 21.00 su YOUTUBE

CON

Carlotta Mangione

ILLUSTRAZIONI 

Valeria Bisconti

MUSICHE

Garance Laporte

REGIA

Irene Di Lelio

INSEGNAMENTI

[...] Ci siamo trovati nel vuoto ed abbiamo dovuto compiere le nostre acrobazie senza rete di protezione. Abbiamo insomma dovuto “riinventare” dentro di noi qualcosa, al di là della cultura e della storia. In questa fatica ci ha sorretto una vena sotterranea che credevamo quasi estinta per sempre: un abbandono italico al ritmo, all’invenzione immediata, al gesto mimico, all’iperbole dell’immagine, insieme a un classico rigore – e sono rifluiti in noi antichi umori che non si erano perduti, attraverso le generazioni teatrali [...] - Giorgio Strehler

Non ho mai creduto in un'unica verità, nè in quella mia nè in quella degli altri; sono convinto che tutte le scuole, tutte le teorie possono essere utili in un dato luogo e in una data epoca; ma ho scoperto che è possibile vivere soltanto se si ha un'ardente e assoluta identificazione con un punto di vista.... Se vogliamo, infatti, che un punto di vista sia di qualche aiuto, bisogna dedicarvisi con tutte le nostre forze, difenderlo fino alla morte. nello stesso tempo, però, una voce interiore sussurra: "Non prenderti troppo sul serio. tieniti forte e lasciati andare con dolcezza. - Peter Brook

Immaginati due tribù che sono molto diverse e che si incontrano sulle rive opposte di un fiume: ogni tribù può vivere per se stessa, può parlare dell’altra tribù, forse dirne male o elogiarla. Ma ogni volta che uno rema da una riva all’altra scambia qualcosa. Uno non passa il fiume per far ricerche etnografiche, per vedere come gli altri vivono, ma per dare qualcosa e ricevere qualcosa in cambio: un pugno di sale per un braccio di stoffa, una manciata di perline per un arco e due frecce. Ma un patrimonio culturale si può barattare? - Eugenio Barba

Finché c'è Teatro, c'è Speranza - Piergiorgio Giacchè